Candelo un rifugio sicuro che resiste anche al tempo.

candelocandelo_600x398candelo2Ricetto of Candelocandelo-bvecandelo-un-borgo-di-fioricandelo-1Candelo2Ricetto of CandeloCandelo-veduta
candelo1candelo-mapUn rifugio sicuro che resiste anche al tempo. Sulla strada che collega Biella a Santhià si trova Candelo, un'incantevole cittadina che da alcuni anni è diventata meta turistica a livello nazionale ed europeo grazie alla presenza di un unicum di impor­tanza storico-culturale.

Si tratta del Ricetto, una struttura fortificata cardo-medievale (databile ai se­coli XIII e XIV) realizzata dalla comunità contadina locale, senza alcun intervento feudale, su un fondo di proprietà dei nobili Vialardi diVillanova.

L'intero complesso, che occupa circa 13.000 metri quadrati ed ha una forma che ricorda un pentagono con quattro torri tonde agli angoli e merlature di tipo guelfo, in tempo di guerra o pericolo, servi­va come rifugio temporaneo (receptum) per tutta la popolazione con i suoi beni primari, mentre in tempo di pace veniva utilizza­to come magazzino-deposito o come cantina per la produzione e conservazione del vino.

La cinta muraria segue tutto il perimetro del complesso tranne il lato sud occupato dal neoclas­sico palazzo comunale. Il rilievo storico-artistico del Ricetto di Candelo si lega principalmente al suo perfetto stato di conser­vazione. E' stato proprio l'uso pressoché esclusivo di depo­sito-magazzino che gli ha permesso di preservarsi intatto nel corso dei secoli e di regalarci anno dopo anno la magia del tempo passato.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
Colosseum icon feed rss

Nessun commento:

Posta un commento