Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Febbraio 2014.

1.- Lago Preola e Gorghi Tondi un tesoro nascosto da tutelare, valorizzare e promuovere.
Lago Preola e Gorghi Tondi un tesoro nascosto da tutelare, valorizzare e promuovere.
Per trovare un tesoro bisogna cercarlo: se vuoi vedere la Riserva Naturale Integrale del Lago Preola e Gorghi Tondi, ti devi avvicinare. Quando meno te lo aspetti, immersa in una vallata che la sottrae ad occhi indiscreti, eccola apparire: una serie di piccoli laghi che complessivamente ricoprono un’area di 335 ettari che da Mazara del Vallo si spinge verso Torretta Granitola rimanendo

2.- Riserva Naturale Integrale "Grotta di Santa Ninfa" di elevato interesse speleologico, geomorfologico e naturalistico.
Riserva Naturale Integrale "Grotta di Santa Ninfa" di elevato interesse speleologico, geomorfologico e naturalistico.
Alte e bianche rocce segnate da scanalature perpendicolari emergono tra il verde della valle adornata con le consuete culture di questo angolo di Sicilia: sono i karren, solchi modellati dalla lenta azione della pioggia.E poi ancora un paesaggio carsico e gessoso, irregolare e scolpito dal tempo, fatto di doline e valli cieche: è la zona di preriserva, estesa per circa 150 ettari, che si diffonde intorno al torrente Biviere, quel piccolo corso d’acqua che parte dalla cima dell’altopiano, a 663 metri sopra il livello del mare, e che scende a valle per scomparire poi all’improvviso nel nulla

3.- Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Gennaio 2014.
Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Gennaio 2014.
1.- Come funziona il “sistema Venezia”? Venezia non è solo una scenografia. È anche una città abitata, dove ci sono attività produttive, trasporti e servizi. Ma come funziona il “sistema Venezia”? Come si comportano le maree della laguna? Come sono fatti i rii? E le sponde? Cosa c’è sotto i palazzi? Dove passano i tubi del gas e dell’elettricità? Quali sono i problemi causati da un ambiente così umido? Siamo abituati a vedere Venezia solo come una città scenografica adatta a film, ma Venezia è anche una città abitata. Quindi come funziona Venezia?

4.- Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Dicembre 2013.
Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Dicembre 2013.
1.- Come funziona il “sistema Venezia”? Venezia non è solo una scenografia. È anche una città abitata, dove ci sono attività produttive, trasporti e servizi. Ma come funziona il “sistema Venezia”? Come si comportano le maree della laguna? Come sono fatti i rii? E le sponde? Cosa c’è sotto i palazzi? Dove passano i tubi del gas e dell’elettricità? Quali sono i problemi causati da un ambiente così umido? Siamo abituati a vedere Venezia solo come una città scenografica adatta a film, ma Venezia è anche una città abitata. Quindi come funziona Venezia?
5.- Come funziona il “sistema Venezia”?
Come funziona il “sistema Venezia”?
1.- Come funziona il “sistema Venezia”? Venezia non è solo una scenografia. È anche una città abitata, dove ci sono attività produttive, trasporti e servizi. Ma come funziona il “sistema Venezia”? Come si comportano le maree della laguna? Come sono fatti i rii? E le sponde? Cosa c’è sotto i palazzi? Dove passano i tubi del gas e dell’elettricità? Quali sono i problemi causati da un ambiente così umido? Siamo abituati a vedere Venezia solo come una città scenografica adatta a film, ma Venezia è anche una città abitata. Quindi come funziona Venezia?

6.- La Riserva dello Stagnone, Uno splendido esempio di coabitazione tra natura e la rispettosa presenza dell’uomo.
La Riserva dello Stagnone, Uno splendido esempio di coabitazione tra natura e la rispettosa presenza dell’uomo.
Un panorama piatto, dominato essenzialmente dall’acqua. Acqua marina che, approssimandosi alla costa, viene suddivisa in maniera arbitraria e geometrica, quasi fosse una scacchiera, in bacini di estrazione da canali e camminatoi.  Acqua che assume le più svariate sfumature durante il corso del giorno, dal rosa al viola passando per l’arancio vivo al tramonto, dal grigio all’azzurro al variare delle condizioni atmosferiche e della luce.
Tutto intorno un silenzio assordante, solo il frinire delle cicale e il vociare di alcuni esemplari di uccelli acquatici.
Un paesaggio lagunare, per certi versi magico, interrotto solamente da

7.- Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Novembre 2013.
Il meglio di Immagini d’Italia: ecco La Top Ten degli articoli più letti nel mese di Novembre 2013.
1.- In Offida ogni cosa torna al suo posto. Offida, l’accento va sulla “i” come “vino”. Lo capisci sporgendoti dal parapetto dietro l’abside della chiesa millenaria di Santa Maria della Rocca, che questo è un luogo divino: la santità delle penombre di questo monolite della spiritualità, appena traforato da piccoli portici nani, graziosamente minimi, e la leggerezza delle vigne aggrappate ai

8.- In Offida ogni cosa torna al suo posto.
In Offida ogni cosa torna al suo posto.
Offida, l’accento va sulla “i” come “vino”. Lo capisci sporgendoti dal parapetto dietro l’abside della chiesa millenaria di Santa Maria della Rocca, che questo è un luogo divino: la santità delle penombre di questo monolite della spiritualità, appena traforato da piccoli portici nani, graziosamente minimi, e la leggerezza delle vigne aggrappate ai pendii, là sotto. Il dirupo scende bianco e verticale, una parete calcarea sulla quale percola la luce mielata del pomeriggio offidano. Una città che respira di una grandezza che pare appena passata: la popolazione attuale è poco più della metà di quella degli anni cinquanta.


9.- Erice, la città di Venere conserva quasi intatto il suo impianto urbanistico medievale con monumenti di grande interesse.
Erice, la città di Venere conserva quasi intatto il suo impianto urbanistico medievale con monumenti di grande interesse.
Erice ha il fascino contrastante di un borgo montano laddove tutto intorno è costa frastagliata e mare, che in una giornata assolata e priva di vento, appare come una superficie levigata che non smetteresti più di guardare. E’ incredibile come basti percorrere pochi chilometri per cambiare improvvisamente punto di vista ampliando così il proprio orizzonte. Ecco che dai suoi quasi 800

10.- Tutti I patrimoni Unesco dell’Italia in una infografica.
Tutti I patrimoni Unesco dell’Italia in una infografica.
E il primo Sito riconosciuto in Italia nel 1979 è invece l’Arte Rupestre della Val Camonica in provincia di Brescia. (Qui la Mappa dei Siti Italiani al completo: www.unesco.it/cni/index.php/siti-italiani). La Convenzione riconosce i modi in cui l'uomo interagisce con la natura, ed il fondamentale bisogno di preservare l'equilibrio fra i due.
La lista del patrimonio mondiale include 981 siti che formano parte del patrimonio culturale e naturale. La Commissione per il Patrimonio Mondiale considera che tali siti abbiano un valore universale. L’UNESCO ha finora riconosciuto un totale di 981 siti (759 beni culturali, 193 naturali e 29 misti) presenti in 160 Paesi del mondo.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
premio 500x500

Nessun commento:

Posta un commento